4.4 La proposta

Prima di ritirare una proposta d’acquisto per un immobile l’aderente MLS contatta il consulente A per:

  • verificare l’esistenza di altre trattative consultando l’apposita sezione “Proposte”;
  • richiedere copia della documentazione;
  • consultarsi circa le somme e i termini da inserire nella proposta, anche sulla base delle informazioni presenti in “Proposte”. Nella sezione REA della MyPage in “modulistica” è a disposizione “clausole consigliate”. Ecco la clausola che si consiglia di inserire nelle proposte.

L’IMMOBILE È TRATTATO CONTEMPORANEAMENTE DA TUTTI GLI AGENTI IMMOBILIARI ADERENTI ALLA PIATTAFORMA, QUINDI SOLO LA FORMALE ACCETTAZIONE DELLA PARTE VENDITRICE GARANTIRÀ L’ACQUISTO DELL’IMMOBILE.

Le proposte d’acquisto per trattative in collaborazione devono essere compilate con cura e devono riportare tutti i dati riguardanti la società aderente, la caparra deve essere ritirata dal consulente dell’acquirente con titolo di credito all’ordine della parte venditrice munito della clausola di non trasferibilità.

L’aderente MLS in questa fase deve utilizzare uno strumento a disposizione in tutte le schede immobili del portale denominato “Proposte”.

Scarica il manuale d’utilizzo del software “Proposte”

I vantaggi nel suo utilizzo si traducono nel rendere tracciabili tutte le offerte ritirate, ridurre i tempi di negoziazione grazie all’importo minimo necessario alla presa visione e delimitare i tempi della trattativa entro un termine congruo (presa visione entro massimo 5 giorni della registrazione). C’è da sottolineare, come peraltro specificato nella sezione “Proposte”, che registrare una proposta per un immobile “non condiviso” modifica lo stato in “proposta in corso”. Da ciò si ha come effetto che l’immobile è visibile a tutte le agenzie del network.

Di seguito il regolamento di “Proposte”.

Nota: per consulente A si intende l’operatore titolare della scheda, per consulente B l’operatore che registra la proposta, per incaricante il venditore o il locatore dell’immobile, per accettazione il giorno in cui le proposte sono sottoposte all’attenzione dell’incaricante.

1.Gli operatori, compreso il consulente A, registrano le proposte d’acquisto e di locazione nella sezione “Proposte”. La scansione digitale dell’offerta è caricata nel sistema al momento della registrazione. Nel caso non sia possibile scansionare il documento, lo stesso dovrà essere inviato via fax al collega prima della registrazione.

2.Il contenuto delle proposte registrate è accessibile solo al consulente A. Gli altri operatori hanno la possibilità di visualizzare solo la data, l’ora della registrazione e l’id dell’agenzia che l’ha effettuata. Tutte le offerte ritirate devono essere portate a conoscenza del venditore/locatore. Da ciò discende che fintanto non siano ritirate proposte conformi all’incarico, deve essere possibile continuare a trattare l’immobile rendendolo disponibile a clienti interessati a effettuare seconde visite e/o successive; attività evidentemente propedeutica al ritiro di nuove offerte.

3.Registrata la prima proposta, il consulente A fissa entro un termine massimo di 5 giorni (festivi compresi) l’appuntamento con l’incaricante per la presa visione delle offerte registrate sino a quella data. Il termine inizia a decorrere dal giorno in cui è effettuata la registrazione della prima proposta. Il consulente A alla data stabilita presenterà tutte le offerte registrate.

4.Per garantire la massima trasparenza nello svolgimento dell’affare si consiglia di far partecipare alla presa visione anche il/i consulente/i B.

5.Qualora in sede di presa visione l’incaricante dovesse accettare l’offerta pervenuta, il consulente A selezionerà il campo “accettata”. Conseguentemente il sistema bloccherà la possibilità di registrare nuove offerte per la scheda immobile. Viceversa, in caso di rifiuto delle offerte presentate, il consulente A selezionerà il campo “non accettata”.

6.La MLS ASSISTANCE avrà facoltà di visualizzare tutte le informazioni contenute nella sezione “Proposte”(modalità operativa preferita dal 61,80% dei votanti nel sondaggio MLS REplat del 27/11/2013).

Per garantire la massima trasparenza e correttezza è preferibile invitare tutti i colleghi interessati all’appuntamento della presa visione. Ad ogni modo, grazie al campo non modificabile della scheda immobile “partecipanti all’accettazione”, il titolare della scheda può, già al momento del caricamento dell’immobile, comunicare al network se in caso di offerte i colleghi saranno o meno invitati alla presentazione delle offerte. In caso di accettazione cui sia presente solo il consulente A, e quindi senza l’aderente che abbia ritirato l’offerta, in un’ottica di trasparenza, il consulente A si attiverà affinché il venditore formalizzi il rifiuto dell’offerta per iscritto (modello disponibile nella sezione REA della MyPage Modulistica-Documenti). Laddove ciò non fosse possibile, dovrà essere il consulente A, sotto la propria responsabilità, a dover formalizzare per iscritto il rifiuto, vale a dire che l’offerta è stata regolarmente portata in visione e non accettata.

Per evitare di innescare un’asta tra i colleghi è fondamentale che il consulente A non comunichi i prezzi e in generale le condizioni delle offerte pervenute. Un simile atteggiamento penalizzerebbe ingiustamente un aderente rispetto a un altro, falsando l’esito dell’intera trattativa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...