4.6 Il preliminare e il rogito

Così come nella trattativa, anche per le fasi che seguono l’accettazione della proposta, gli aderenti sono tenuti alla collaborazione. Nel caso specifico, tutto l’inerente al reperimento della documentazione e alle richieste di visure ipotecarie e catastali, nonché i controlli di natura urbanistica, sono di competenza del consulente A. Il consulente B è invece tenuto a seguire la pratica di mutuo del proprio cliente, nonché tenere i rapporti con il notaio rogante. Sino alla conclusione della pratica gli aderenti sono tenuti alla cooperazione al fine di seguire la clientela in tutte le fasi della vendita. Nel caso specifico, sia per la compilazione sia per il luogo di stipula del preliminare, gli aderenti concorderanno modalità e termini anche tenendo conto delle esigenze dei propri clienti.

Nel caso di comunicazioni o convocazioni inerenti la trattativa, ogni aderente è tenuto a curarne ogni aspetto a tutela del proprio cliente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...